Kimi & Oliver

La scelta del nome per il mio blog evidenzia la passione per i gatti, li  considero i migliori compagni di vita nonostante l’unico neo della loro convivenza, ovvero che  non posso condividere il piacere di  lunghe e rilassanti passeggiate nella natura in loro compagnia. Sin da bambina sono cresciuta in compagnia di cani che ritenevo essere i migliori amici dell’uomo finché non è entrato in casa nostra un gattino trovatello che abbiamo accudito ed amato per 12 anni, finché un tumore non ha messo fine alla nostra magnifica amicizia.

Amo la personalità del gatto, soprattutto quel suo innato sesto senso di capire le persone, sceglierle ma soprattutto di ignorare ed allontanare quelle che a loro non vanno a genio. Vorrei essere capace di fare altrettanto, circondarmi solamente di coloro che mi trasmettono positività ed avere la sfrontatezza di cancellare dalla mia vita tutte quelle che non mi fanno sentire a mio agio in loro compagnia o mi trasmettono sensazioni negative.

Abbiamo due gatti, Kimi di quattro anni e mezzo e Oliver di 20 mesi, zio e nipote con il marchio di fabbrica di avere entrambi le zampine bianche come se indossassero i calzini. Kimi, marrone tigrato, è il nostro monaco Zen. Si muove con molta calma, pondera bene e a lungo ogni sua mossa, ama farsi coccolare contraccambiando con lunghe fusa che sanno donare tranquillità a qualsiasi stato d’animo. Oliver è il classico gatto rosso: vivacissimo e giocherellone. Trascorre ore intere a giocare, da solo, facendo la lotta con Kimi o rincorrendosi, ma soprattutto coinvolgendoci nei suoi giochi, cosa che potrebbe suonare strana per un gatto, ma non per un Norvegese delle Foreste.

Sono convinta e ne ho le prove, che le persone migliori sono quelle che amano questi meravigliosi felini, sia perchè per amarli bisogna essere dotati di una particolare sensibilità e perchè la purezza d’animo è alla base di un rapporto tra umano e gatto, perchè a quest’ultimo l’uomo non può mascherare la sua vera natura.

Kimi e Oliver provengono da un allevamento amatoriale, Sevenfjord, dove tutti i gatti non conoscono le restrizioni di gabbie ma crescono e si riproducono nell’amorevole ambiente familiare, tanto che i cuccioli poi vengono seguiti per lungo tempo anche nelle loro famiglie adottive, cosa che ha fatto sì che nascesse  una bella amicizia con Amanda e Davide, gli allevatori, Giusy e Sergio genitori di  Calypso, sorella di Kimi e mamma di Oliver.

Ed è sempre grazie ai gatti se ho riscoperto in alcuni conoscenti  delle belle persone che poi sono diventate amiche e con le quali è nato un rapporto non invadente, tipico del modo d’essere di un gatto: rispettoso dei tuoi spazi ma sempre pronto a donarti la sua presenza quando ne senti il bisogno.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...