Beati gli ultimi

Ore 6:10, Pronto buongiorno è la sveglia… magari potessi svegliarmi sulle note di questa bellissima canzone di quei mitici Pooh che ci hanno lasciato in eredità un repertorio  che ha fatto la storia della musica italiana. Mentre mi preparo la colazione sintonizzo la TV sul canale 36 del digitale terrestre, Non stop news,  RTL 102.5, il miglior buongiorno dalle voci di  Giusi Legrenzi, Fulvio Giuliani e Pierluigi Diaco. Scontato il tema, Sanremo, ascolto le telefonate che arrivano in diretta, poi la clip della prima canzone, Vietato morire di Ermal Meta, nulla da dire sul testo ma nell’insieme non mi piace. In ufficio durante la pausa caffè sento i commenti dei colleghi sulla prima serata e pare che a farla da padrone pare sia stato quel Ricky Martin in sovrappeso con le sue melodie latino-americane. Arriva la fine della giornata lavorativa, salgo in macchina, accendo l’autoradio sempre sintonizzata sulla stessa emittente, ascolto quella che per me ha tutti  i crismi di una bella canzone da festival,  L’ottava meraviglia di Ron e scopro sia a rischio eliminazione. Questa volta ai microfoni di RTL 102.5 c’è Nicoletta in Password con quel Mauro Coruzzi che confessa di essersi emozionato ascoltando la canzone di Al Bano   Di rose e di spine, quella che considera la vera canzone melodica. Anche a me piace anche se giudicata dalla critica una romanza dal sapore un pò retrò e pare  non sia destinata a fare molta strada sul palco sanremese. E’ vero che spesso i risultati della kermesse canora non sempre si sono rivelati quei grandi successi che invece hanno ottenuto canzoni eliminate o fanalini di coda nella classifica e nella storia si Sanremo di questi esempi ce ne sono stati tanti. Non sarò mai un buon giudice canoro, sono troppo romantica e premierei sempre chi canta il grande amore. Come l’immagine  che ho scelto a corredo di questo post,  nella città dei fiori per antonomasia anche una semplice margherita può emergere in un contesto brullo. Beati gli ultimi.

Foto ©tremaghi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...