Felicità è… primavera!

Ohibò, non lo sapevo! Stamane all’alba, mentre mi preparavo la colazione e ho sentito alla radio che oggi è la Gionata internazionale della felicità, sono caduta dal pero. E questo è pure il quinto anno che si festeggia la cosa più ricercata ed ambita al mondo! Sarà un caso che sia stata scelta la concomitanza con l’equinozio di primavera? Certo che è più facile sentirsi felici quando le giornate si allungano, il mondo intorno a noi si colora grazie alla natura che si risveglia e si inizia a parlare di ferie estive. Sicuramente il concetto di felicità è suscettibile a diverse interpretazioni, non esiste un metro per misurarla, ogni individuo ha il suo e di questi tempi è diventato anche di moda avere un coach per raggiungerla. Io sono felice, ma non perchè inizia la primavera, lo sono da un pò bel pò di tempo, da quando ho imparato ad apprezzare quello che ho, soprattutto parlando di affetti e salute, le cose più importanti della vita. Ho i miei acciacchi e anno dopo anno se ne presenta sempre uno nuovo grazie all’età avanza, ma se mi volto indietro ci sono persone che hanno problemi molto seri anche pur essendo più giovani. in fondo il nostro corpo è come una motore ed è naturale che dopo tanti chilometri qualche pezzo inizia a scricchiolare. C’è chi è più fortunato e se la cava con qualche manutenzione e via, chi purtroppo ha danni maggiori. Ho al mio fianco da oltre 35 anni un marito meraviglioso e quindi la sua presenza nella mia vita mi procura tanta, tanta felicità. Ho un lavoro e anche se non è quello che ho sempre sognato, mi sento privilegiata di questi tempi di crisi e precarietà. Poi sono molto sensibile, mi emoziono per un film, mi perdo a guardare i fiori che sbocciamo, i miei gatti che giocano, i tramonti e le nuvole nel cielo, mi fermo a parlare con le mucche o le carpette al pascolo, tampino tutti gli animali a quattro zampe che incontro sul mio cammino, amo camminare nel silenzio dei boschi e della montagna, ammirare i paesaggi lacustri. Tutte piccole, grandi cose che mi fanno sentire felice.

C’è sempre qualcosa di cui essere grati. Non essere così pessimista se ogni tanto le cose non vanno come vorresti. Sii sempre riconoscente per gli affetti e le persone che già hai vicino a te. Un cuore grato ti rende felice.
Buddha Siddhārtha Gautama

Foto ©tremaghi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...