Così mi gioco la faccia nei social

Quanto possono rivelarsi importanti  i nostri profili dei vari social network, in particolar modo quando si cerca lavoro? Negli ultimi anni sono sorte molto società specializzate nell’analisi della reputazione, che offrono un servizio dedicato sia alla progettazione dell’identità digitale di aziende e professionisti,  coniando il concetto di ingegneria reputazionale e di brand monitoring.

I bloggers e tutti coloro che hanno profili nei vari social networks  fanno del self branding, creando e gestendo il proprio marchio personale che traccia delle linee ben definite dell’io, al punto che la nostra vita social venga attentamente vagliata dai vari head hunters ed agenzie per il lavoro su scala mondiale, attribuendo quindi  più credibilità ai contenuti postati vari accounts piuttosto che al curriculum vitae.

Da i  post è facile individuare le nostre tendenze politiche, religiose, la  vita sociale e frequentazioni, gli hobbies, lo stile di vita e tanto altro ancora, praticamente possiamo dire che i social media sono una sorta di grande fratello.
Naturalmente può essere uno strumento utilizzato ad hoc per chi è in cerca di una nuova occupazione e vuole promuovere una propria immagine positiva e qui entra in gioco l’abilità personale di self brander nel far passare determinati messaggi, mettendo in luce i lati migliori della nostra personalità.
Personalmente non mi faccio mancare nulla, ho un profilo in diversi social, due blog personali otre a questo e non da ultimo il mio nome compare tra i blogger relations de La Bìsssa dell’insubria, dove mi ritrovo orgogliosamente tra nomi di un certo spessore.
Quindi il mio modo d’essere è alla mercé di tutti coloro che vogliono indagare sulla mia personalità e competenze, sicuramente i miei profili saranno vagliati anche da chi visita la mia pagina di LinkedIn alla ricerca di quelle informazioni volutamente mancanti ed ai quali dico che non c’è nulla di costruito. Oltre alla passione per la scrittura creativa, sono una fotografa emozionale, termine che ho coniato per far meglio comprendere che i miei scatti sono frutto di ciò che vedo con l’anima,  alcuni condivisi sui social ma principalmente su Instagram, passione quella della fotografia che voglio coltivare con più attenzione per crescere e magari far tramutare questo hobby in qualcosa di più.
Voglio fare comunque tesoro di tutto quanto ho letto  in merito al self branding e prendere seriamente in considerazione di sfruttare ma mia web reputation per creare le basi di quello che vorrei fosse il mio futuro non molto lontano, tanta è la voglia di rimettermi in gioco alla  veneranda età di 57 anni in ambienti nuovi che siano uno stimolo per crescere professionalmente e migliorare giorno per giorno e perché no, magari in un ambiente che possa dar spazio alla mia creatività.
Ce la farò a far uscire questo sogno dal cassetto?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...