Inspiration place

C’è sempre da imparare, scoprire cose nuove, una sorta di pane quotidiano per una curiosa come me, soprattutto quando queste scoperte in un certo senso coinvolgono i miei interessi. Tutto ha inizio guardando l’edizione delle 20:00 di domenica sera del telegiornale della RSI, la televisione della Svizzera italiana, che seguo quotidianamente in quanto lo ritengo di gran lunga migliore e più professionale di propinati dai nostri palinsesti. Trasmettono un servizio su ll luogo perfetto per gli scrittori , nonché la Casa della Scrittura, una moderna costruzione che sorge nei pressi di Montricher ai piedi del Giura nel Canton Vaud. La struttura, che ricorda tante piccole case sull’albero sostenute da una fitta vegetazione tropicale, è opera dell’architetto  svizzero Vincent Mangeat di Nyon, può piacere o meno, ma senz’altro non passa inosservata. E’ la sede della Fondazione Jan Michalski  che ospita anche una biblioteca che si sviluppa su 5 piani dove si trovano  85.000 testi dedicati alla letteratura, alla pittura, alla fotografia, raccolta multilingue voluta dal suo fondatore che dà il nome alla Fondazione che, dopo la sua prematura scomparsa, è gestita dalla moglie Vera Michalski.
Questi piccoli alloggi possono essere affittati da scrittori per periodi che vanno da un mese ad un anno, dove grazie alla tranquillità ed al panorama che spazia dalle Alpi vodesi al Lago di Lemano, potranno trovare la giusta ispirazione per le proprie opere.

Ho pensato che questo non fosse l’unico inspiration place per letterati, così ho iniziato a surfare ed ecco che trovo The Lemon Tree House un luogo magnifico a Camporsevoli,  un’antica pieve medievale del comune di Cetona, in provincia di Siena al confine con Umbria e Lazio. Un luogo dove scrittori, musicisti, creativi e intellettuali  possono ritrovarsi e lavorare tranquillamente nella splendida campagna toscana, nonché condividere le proprie esperienze nelle serate in compagnia degli altri ospiti.

Un’altra proposta per trovare la giusta ispirazione è la Casa della Scrittura in Provenza, nata nel 2015 dall’idea di Gessica Franco Carlevero, insegnante di scrittura alla scuola Holden di Torino. Situata nei pressi di La Couronne, a pochissimi minuti in bicicletta dalla bellissima Côte Bleue ed immersa nel verde, permette agli scrittori di lavorare in tranquillità. Ospita anche giovani scrittori che vengono accompagnati in percorsi individuali e collettivi alla ricerca della lora vena creativa,  inoltre nel periodo estivo vengono organizzate le  Domeniche Gourmandes, un pranzo letterario a cura dello chef della casa Alessandro Baccara, che propone menù ispirati a testi o personaggi letterari.

Che dire, costi a parte, sono senz’altro delle esperienze interessanti e costruttive per gli scrittori, soprattutto per trovarsi a stretto contatto con persone che condividono gli stessi intessi e con i quali confrontarsi. Penso comunque che ci possano essere dei loghi d’ispirazione altrettanto interessanti in giro per il mondo senza doversi rinchiudere per un periodo di tempo in una casa della scrittura. Se mai dovessi scrivere un romanzo, mi concederei un periodo a New York per scrivere nel verde di Central Park, a Parigi per trovare ispirazione sui tetti di Montmatre, alle Maldive dal terrazzo di un bungalow fronte mare ad ovest, da dove posso vedere indimenticabili tramonti, per finire in un rifugio alpino sperduto, dove solo i dolci rumori della natura fanno da sottofondo alle mie giornate.

Ma quando smetterò di sognare?…..Mai!

Foto ©tremaghi

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...