Quando si perde un amico…

Alzataccia questa mattina. la seconda della settimana.  La sveglia suona alle 4:45, apro le persiane e una leggera nebbia che sale dal lago vela l’alba che sta per spuntare. Mentre preparo la colazione accendo il telefono, poi mentre mi gusto il caffelatte con cereali e frutti di bosco do un’occhiata a Facebook che mi ricorda che ho ricordi da condividere. Mi mostra la foto di quattro anni fa di un’amico che da poco più di due mesi ci ha lasciato. Nel vedere il suo volto sempre sorridente mi prende un nodo alla gola, d’istinto clicco sul link del suo profilo ancora attivo e mi rattristo ancora più nel vedere che l’ultimo post sulla sua bacheca è proprio il mio, postato il 9 settembre 2016, quando con amici comuni abbiamo trascorso un piacevolissimo mezzogiorno in una pizzeria di Luino. Rivedo il film di quei momenti, quando con molta serenità raccontava come aveva debellato una bestia di malattia, la lunga degenza in ospedale, le pesanti cure, poi la luce in fondo al tunnel. Si sentiva rinato e per questo ringraziava il cielo.

La nostra amicizia non era di lunga data, otto anni o poco più e un hobby che ci accomunava. Non ci frequentavamo molto frequentemente, tre o quattro volte all’anno, ma l’amicizia non si misura dal tempo che si passa assieme, ma da quanto la compagnia di una persona di fa stare bene. Talvolta bastava anche scambiare quattro chiacchiere in chat con altri amici per apprezzare la sua presenza, affabilità ed allegria.

Poi tutto d’un tratto il bellissimo castello di sabbia è crollato, la malattia è tornata ancora nella sua vita prepotentemente… altre cure pesanti, altre degenze in ospedale, l’amara consapevolezza che il sogno di vittoria sulla bestia non è più tale.

Ha lasciato un grande vuoto in tutte le persone che gli hanno voluto bene, sicuramente perché era veramente una persona speciale. Non riesco a cancellare il suo contatto dalla rubrica del telefono e quando chiamo la sua amata Dany, mi devo trattenere a fatica nel dirle a fine conversazione di salutarlo, è naturale che sia così, perché in tutti gli amici ha lasciato piacevoli ricordi indelebili.

Ciao Fiore, grazie per tutti i bellissimi momenti che ci hai regalato in tua compagnia!

Foto ©tremaghi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...